Powered by Konnected

Lunedi mattina i prezzi del rame sul London Metal Exchange (LME) sono saliti ai massimi storici nel trading intraday raggiungendo il massimo di $ 10.747. I volumi scambiati per il erano 10.119 t.

Il prezzo di chiusura più alto precedentemente registrato in una sessione ufficiale è stato di $ 10.124 il 14 febbraio 2011.

I fondamentali dal lato dell’offerta sono stati un punto focale per gli investitori, con timori che l’offerta non sia in grado di tenere il passo con l’aumento della domanda di rame a causa dell’aumento degli investimenti in reti elettriche, costruzione ed elettrificazione settore automotive.

Un ulteriore sostegno al prezzo è emerso quando il congresso del Cile ha approvato una royalty mineraria che, secondo l’attuale governo e le società minerarie, avrebbe fortemente limitato gli investimenti futuri nel più grande paese produttore di rame del mondo.

Anche i dati economici solidi, la riapertura delle principali economie globali e l’ottimismo per la ripresa del Covid-19, supportati dall’introduzione delle vaccinazioni hanno aiutato il sentiment positivo.

Anche il resto del comparto dei metalli di base stanno registrando picchi rialzisti pluriennali nelle ultime sedute.